CASA PRIMA: Le Case astrologiche del Triangolo della Vita - I parte

Si chiamano Case astrologiche (o Campi o Luoghi) gli "spicchi" risultanti dalla suddivisione in dodici parti della sfera celeste e che si sovrappongono così ai Segni dello Zodiaco.  La loro origine è strettamente legata al moto di rotazione della Terra intorno a sé stessa in base al quale, nel corso di 24 ore, le case percorrono tutta la serie dei Segni dello Zodiaco col passo di 1° ogni 4 minuti. Quindi ogni giorno lo schema delle case compie un giro completo, riassumendo, se vogliamo, il giro completo che il Sole effettua in un anno nei dodici settori zodiacali. Mentre il movimento del Sole costituisce un'"universale" per il nostro pianeta cioè è invariante per ogni punto della superficie terrestre, lo schema delle Case, fissato il parametro tempo, varia a seconda delle coordinate geografiche. Questo schema può essere visto come la trasposizione dei simboli zodiacali nel dominio quotidiano dell'esistenza individuale, ed è così strutturato:
case astrologiche

Ricordiamo, per inciso, che esistono diversi sistemi di ripartizione in campi dello schema oroscopico ("domificazione") e quello visualizzato nella figura è puramente indicativo.

Punti equinoziali e Porte Solstiziali

Si avvicina anche quest'anno (finalmente!) l'equinozio di marzo, che per noi abitanti dell'emisfero settentrionale, corrisponde all'equinozio di primavera. Poco importa se sarà alle 23.21 del 20 marzo, quel che conta è che esso rappresenta da millenni un momento topico per numerosi popoli, alcuni dei quali fanno coincidere con esso l'inizio dell'anno (per es. gli iraniani), per altri è un giorno di festa nazionale (in Egitto, Giappone) e, in un'ottica antropomorfica, viene considerato il giorno del concepimento di Gesù. Saremmo tentati di affermare che rappresenta anche "l'inizio" dello Zodiaco ragionando in un'ottica moderna e legata al ciclo stagionale, ma sicuramente l'equinozio di marzo corrisponde al punto di mezzo del cammino "ascendente" del Sole verso nord, percorso che raggiunge il suo apice con il Solstizio d'estate, che segna l'inizio del Segno del Cancro. Di converso, dal Solstizio d'estate al Solstizio di inverno si svolge la fase "discendente" del percorso solare (verso sud) che termina appunto con l'inizio del Segno del Capricorno. 
Possiamo considerare i due Solstizi

Ce la faremo il 21 dicembre 2012? Un parere astrologico

Nel 1987 Josè Arguelles pubblicò "The Mayan Factor: Path Beyond Technology", opera in cui per la prima volta si parla esplicitamente del cosiddetto "grande cataclisma" che dovrebbe avvenire nel 2012, in dicembre.
Alcuni anni fa è risorto l'interesse intorno a questa profezia (forse perchè it's almost time...), che si basa sostanzialmente sulle caratteristiche del calendario che veniva utilizzato da Maya e Aztechi. In questo complesso calendario sono presenti tre cicli di durata differente, quello che ci interessa è il più lungo tra di essi, il cosiddetto Lungo Computo, al termine del quale iniziava una nuova Era Maya. Ogni Era dura circa 5125 anni e volendo usare la notazione moderna le date si esprimono così:

12.0.0.0.0 :         13 agosto 3114 A.C.

12.19.18.3.10:     12 marzo 2011 D.C.

13.0.0.0.0:          21 dicembre 2012 D.C.

Qualche nota sul Maitre Gerard Encausse

Mi riferisco a Papus, il "Balzac dell'occultismo", che ci ha lasciato circa duecentosessanta opere. Al secolo Gerard Encausse, nato nel 1865 e partito per l'Oriente Eterno il 26 aprile 1916, trasse il suo pseudonimo dal Nuctéméron di Apollonio di Tiana, neopitagorico del I secolo D.C. : Papus è uno dei sette Geni della prima ora, in particolare quello della medicina. Il Nuctéméron è un testo segreto che Eliphas Lévi (fondatore del neo-occultismo) e nato nel 1810 "pretende" di aver ricevuto da Apollonio in persona: in una sua opera descrive anche come...
Ritornando a Papus, è probabilmente il personaggio chiave del neo-occultismo, quel grande movimento che proliferò in Francia tra il 1854 e il 1920 e che si ricollega all'occultismo primitivo di Bolo di Mendes e attraverso lo pseudo-Lullo, lo pseudo-Alberto e soprattutto Agrippa di Nettesheim giunge fino a Fabre d'Olivet ed Eliphas Levi. Papus come giustamente nota P.A.Riffard "non merita il carcere di disprezzo in cui Guenon ha voluto imprigionarlo. Papus è stato un uomo sincero. Guenon si propone come Dottore della Legge, Papus semplicemente come un insegnante." (L'esoterismo, vol. I, pag. 164). Teosofo per un breve periodo (1887-1890), si dedicò maggiormente al Martinismo di cui fondò la rivista, "L'initiation. Reveu de l'Ordre Martiniste" (1888) e l'Ordine Martinista stesso nel 1891.
Fondamentalmente per l'occultista la Realtà è oscura (scientia occulta) come anche la Costituzione dell'Uomo (scientia occultati). Egli riesce a chiarirla per poi volutamente oscurarla nuovamente (scientia occultans). Quindi l'Occultismo è necessariamente un sistema iniziatico.

Papus

Il gemello astrale

Il gemello astrale, in senso stretto, è quell'individuo che nasce il nostro stesso giorno, mese, anno, alla stessa ora con una precisione vicina al minuto e nelle stesse coordinate geografiche, quindi nella stessa città (ma anche in località limitrofe non si riscontra una grossa differenza). In sostanza i due Temi Natali sono identici e, considerata la numerosità dei fattori astrologici coinvolti, fa un certo effetto. L'esistenza dei gemelli astrali (e ognuno di noi ne ha ovviamente numerosi) è spesso considerata una tematica "spinosa" dal momento che si sarebbe portati a impostare la facile uguaglianza:

                       UGUALI FATTORI = UGUALI INDIVIDUI = UGUALE DESTINO

Simboli sabiani in questo istante

Tutti gli individui (alla mia latitudine) "venuti alla luce" in questo istante presentano la seguente configurazione di quelli che verosimilmente sono i tre principali determinanti di un Tema Natale:

Sole                   Pesci      18°50'
Luna                  Toro      12°14
Ascendente       Vergine  27°02'

Associamo ad essi i corrispettivi Simboli Sabiani:
Sole                   Pesci    Grado 19       Un Maestro istruisce il suo discepolo
Luna                  Toro      Grado 13       Un facchino carico di pesanti bagagli
Ascendente       Vergine  Grado 28       Un uomo calvo che si è impradonito del potere

I Simboli Sabiani sono chiaramente 360, ciascuno abbinato ad uno specifico grado zodiacale. La loro origine risale agli anni '20 del secolo scorso, quando Elsie Wheeler, chiaroveggente e gravemente limitata nei movimenti, incontra l'astrologo Marc Edmund Jones. Un giorno, in un parco a San Diego, durante una lunga seduta con brevi intervalli, lei abbina le sue "visioni" a ciascuna carta che Jones le somministra (ma solo sui sapeva a che grado dello zodiaco corrispondesse ciascuna carta). Molte di queste massime risultano ermetiche o a volte anche un pò generiche, quindi la loro interpretazione può risultare ostica, tuttavia analizzare quelle che ci riguardano può risultare interessante e svelarci qualcosa in più su di noi. Dane Rudhyar, fondatore dell'astrologia transpersonale, ha approfondito l'argomento in "Il ciclo delle trasformazioni".
http://www.cafeastrology.com/sabiansymbols_degreemeanings.html


    

Il Quintile

Il quintile è un aspetto astrologico che si crea nel momento in cui due Corpi celesti formano un angolo di 72 ° (vale a dire che la differenza delle longitudini dei pianeti considerati nel sistema di coordinate geocentrico adottato assume quel valore espresso in gradi zodiacali). Esso è considerato un aspetto minore da buona parte degli astrologi contemporanei, e questa tesi è avvalorata da diversi testi astrologici noti. Prendiamo alcuni esempi:
"[...] il decile (36 °), il quintile (72 °), il bi-quintile (144 °) ecc., ma la loro natura benefica o malefica non è rigorosamente stabilita, non meno che la loro efficacia."[1].

Il Maestro Von Klockler dopo aver elencato i principali aspetti minori, dice "Nella prassi astrologica moderna si è però ampiamente dimostrato che ad aspetti di questo tipo spetta soltanto assai di rado un significato di una qualche importanza"[2] . Anche il Sementovsky-Kurilo non attribuiva un gran peso al quintile.

quintile