CASA PRIMA: Le Case astrologiche del Triangolo della Vita - I parte

Si chiamano Case astrologiche (o Campi o Luoghi) gli "spicchi" risultanti dalla suddivisione in dodici parti della sfera celeste e che si sovrappongono così ai Segni dello Zodiaco.  La loro origine è strettamente legata al moto di rotazione della Terra intorno a sé stessa in base al quale, nel corso di 24 ore, le case percorrono tutta la serie dei Segni dello Zodiaco col passo di 1° ogni 4 minuti. Quindi ogni giorno lo schema delle case compie un giro completo, riassumendo, se vogliamo, il giro completo che il Sole effettua in un anno nei dodici settori zodiacali. Mentre il movimento del Sole costituisce un'"universale" per il nostro pianeta cioè è invariante per ogni punto della superficie terrestre, lo schema delle Case, fissato il parametro tempo, varia a seconda delle coordinate geografiche. Questo schema può essere visto come la trasposizione dei simboli zodiacali nel dominio quotidiano dell'esistenza individuale, ed è così strutturato:
case astrologiche

Ricordiamo, per inciso, che esistono diversi sistemi di ripartizione in campi dello schema oroscopico ("domificazione") e quello visualizzato nella figura è puramente indicativo.

Viene da sé che ciascuna casa rappresenta un ambito "specifico" in cui una determinata energia messa in gioco (il Corpo Celeste in essa eventualmente ubicato) manifesta i suoi effetti, anzi gli ambiti sono spesso più di uno dal momento che essi stessi derivano da una forma archetipica che è più o meno riconoscibile e individuabile di volta in volta, a seconda dei casi.
Sovrapponendo le posizioni dei Pianeti nei Segni (che si ottengono sostanzialmente dal parametro tempo di nascita) allo schema delle Case (che origina dal parametro tempo e dal parametro luogo di nascita) otteniamo il Tema Natale (o Astrogramma), la nostra carta di identità cosmica, l'impronta astrale di ciascun individuo:
Tema Natale di Jennifer Lopez



Per es. nel Tema Natale qui sopra riportato come esempio abbiamo la I Casa che inizia in Bilancia ed è priva di Pianeti, la cuspide della casa seconda è in Scorpione e ospita Nettuno, Luna e Marte, la terza è in Sagittario e non presenta Corpi Celesti e via di seguito.
Bisogna inoltre tenere presente che l'Astrologia è una disciplina che sebbene molto lentamente ed impercettibilmente, continua ad evolversi, nel corso dei secoli, in direzioni che non sappiamo e soprattutto non sta a noi stabilire se siano quelle corrette perché spesso dipende dalla scuola di pensiero adottata.
Probabilmente sarebbe meglio se cercasse di "involvere" cercando di recuperare quell'insegnamento tradizionale le cui chiavi di accesso sono ormai perdute e di cui forse permane un ricordo nel corpus dottrinario dell'astrologia classica.
Come per i Segni anche per le Case sono possibili varie modalità di classificazione, per es. uno di quelli proposti dall'astrologo inglese Bailey è la suddivisione dei 12 Campi in quattro triangoli, di cui il primo è il Triangolo della Vita composto dalla casa I,casa V e casa IX:

I:      la vita del soggetto
V:     la vita dei figli
IX:    la vita in Dio

Ora proveremo a fare delle riflessioni su questa triade, naturalmente senza alcuna pretesa di completezza, con particolare riferimento alle professioni connesse col campo in oggetto, aspetto questo che sembra interessare molto spesso i consultanti.
Partiamo chiaramente dalla Casa prima (o Oroscopo o Timone), e ciò non facilita il compito essendo uno dei campi più difficili da analizzare considerata anche la sua grande importanza. Qualche astrologo, probabilmente non a torto, (per es. C.Discepolo) si è spinto fino al punto di affermare che la Casa prima rappresenta uno dei più grandi misteri dell'astrologia e che i simboli in essa racchiusi rimangono tutt'oggi oscuri.
Paolo d'Alessandria, nella sua Esposizione schematica dei dodici luoghi, dice semplicemente che "In virtù di esso è possibile comprendere ogni cosa attiene alla vita dell'uomo"
Possiamo innanzitutto notare che questa casa inizia con l'Ascendente, che ne rappresenta la cuspide, e quindi sarà legata, almeno in parte, ai significati ad esso correlati: il tipo costituzionale in primis soprattutto se il Segno in cui si estende per la maggior parte la casa è lo stesso dell'Ascendente. Se però è presente un pianeta congiunto all'ascendente (e probabilmente sarà anche un pianeta dominante) può prevalere l'influenza del pianeta stesso sulla costituzione, influenza che sembra farsi meno pronunciata allorquando il pianeta è nel I campo ma non congiunto all'ascendente.
Conseguentemente è in relazione anche alla predisposizione a determinate malattie.
Dal momento che la costituzione fisica è in diretta relazione con ciò che appare, è ciò che "presentiamo" agli altri, passando ad un piano caratterologico si può dire che la casa I influenza la nostra personalità "apparente", che viene mostrata agli altri ma solo perché noi (più o meno consapevolmente) mostriamo quel lato, perché il protagonista della I casa è sempre l'Io, non gli Altri. Infatti si dice che è legata alla dose di egopatia che ognuno di noi, in varia misura, ha, ed è un elemento indispensabile alla sopravvivenza. E' l'Io "inferiore", mentre il kernel della personalità dipende dalla posizione del Sole.
L'unica professione che finora in base a quanto detto forse è direttamente collegabile a questa casa è l'attore,  che tuttavia può dipendere anche da altri fattori (es. Campo III, Plutone). E probabilmente non ce ne sono altre specifiche perché da questa casa dipendono piuttosto le possibilità generali che una persona avrà di affermarsi, in qualsiasi settore.
Il Triangolo della Vita corrisponde infatti ai settori dell'affermazione individuale, il primo, il quinto e il nono, che sarebbero inoltre accomunati dalla Triplicità di Fuoco (ma su questo non tutti sono d'accordo). E il primo sarebbe deputato alla valorizzazione delle energie psico-fisiche al fine di ottenere l'affermazione personale, dandoci l'opportunità di emergere (Quadrato del Progresso). Quindi sembra un po un coordinatore, un addetto alla logistica delle nostre risorse interiori. Si sarebbe pertanto tentati di pensare che tanto più la casa è carica di pianeti tanto meglio è, poiché tanto più abile e talentuoso sarà il timoniere. Spesso in effetti a Temi Natali con tale peculiarità corrispondono persone molto forti, consapevoli del proprio valore e forse anche troppo perché tanto forte sarà anche la dose di egopatia a rischio di sfociare in un ipetrofia dell'Io con aumentate probabilità di frustrazione. Naturalmente se ciò si verificherà o meno dipenderà dagli Aspetti che questi pianeti formeranno, dai Segni coinvolti ecc.

L'analisi delle case del triangolo della vita prosegue con l'articolo sulla Casa V:
http://www.ternario.net/2011/04/le-case-astrologiche-del-triangolo.html

Nessun commento:

Posta un commento