Profezie sulla FINE DEL MONDO



Cari lettori siamo ormai siamo prossimi al fatidico 21 dicembre 2012, giorno in cui, secondo il calendario maya, dovrebbe concretizzarsi un evento che darebbe origine ad una discontinuità storica di proporzioni planetarie da alcuni interpretata come la fine del mondo come noi lo conosciamo.

In un precedente articolo ho spiegato perché a mio avviso l'Astrologia non avvallerebbe questa tesi.

L’essere umano si è sempre interrogato su quale sia il destino ultimo della propria specie, della Terra e dell’Universo (escatologia), è un desiderio che fa parte della nostra intima natura.

Questa aspirazione di conoscenza frammista ad un timore reverenziale di un indecifrabile futuro si è concretizzata nel corso dei secoli con profezie su una fine del mondo più o meno imminente.


fine del mondo


Passiamone in rassegna alcune:

- 992: fine del mondo secondo l’eremita Bernardo di Turingia, che terrorizzò l’intera Europa col pretesto che quell’anno il giorno del concepimento di Gesù (25 marzo) fosse coincideva con la ricorrenza della sua morte (il Venerdì santo), ed il tutto era pure rafforzato da una eclissi di Sole. Molti credettero a questa profezia al punto che scapparono verso le montagne.
- 31 dicembre 999: fu considerata da molti la data della fine del mondo, per l'elevato valore simbolico e la frequenza con cui ricorre il numero 1000 nelle Scritture.

- 1033: fine del mondo secondo il monaco Raoul Glaber, che giustificava la mancata fine del mondo per l’anno 1000 perché i 1000 anni andavano calcolati dalla data di morte di Gesù.

- 23 settembre 1186: fine del mondo secondo il cardinale Giovanni da Toledo, che aveva calcolato una massiccia congiunzione di pianeti (si trattava di 7 corpi celesti ammassati in soli 11 gradi longitudine) per questa data.

- 1284: fine del mondo secondo papa Innocenzo III, sulla base di calcoli matematici riguardanti il numero 666 e l’inizio della religione mussulmana.

- 1524: Nel 1499, in Germania il matematico Johannes Stoeffer, astrologo del conte von Iggleheim, previde un nuovo Diluvio Universale per il 20 febbraio del 1524 a causa di una rilevante congiunzione planetaria multipla in un Segno d'Acqua (Pesci). La notizia godette di notevole credibilità, a Londra ci fu molto panico, al punto che oltre 20 mila persone abbandonarono le loro case. Il Priore di San Bartolomeo costruì una fortezza in cui custodire cibo e acqua in modo da poter sopravvivere almeno due mesi.

- 18 ottobre 1532: il monaco Michael Stifelius indicò il 18 Ottobre del 1532, alle 8 del mattino, il momento della fine del mondo. Derivò questa predizione da un'analisi numerologica della Rivelazione di Giovanni e di altri testi profetici biblici.


- 1588: fine del mondo secondo il matematico Regiomontanus

- 1665: fine del mondo secondo il quacchero Solomon Eccles.

- 1666: fine del mondo annunciata dal rabbino sefardita Sabbatai Zevi, per ragioni connesse alla nocività di 666, numero della bestia dalle oscure proprietà, come si legge in Apocalisse 13, 16-18.

- 1708: William Whiston profetizza la fine del mondo per il 13 ottobre, evento che sarebbe stato preceduto dall’inondazione di Londra.

Avete notato che la maggior parte delle date sulla fine del mondo vengono situate entro un lasso di tempo breve rispetto al momento della loro profetizzazione?
Cosa vi fa pensare questo particolare?

- 19 maggio 1719: fine del mondo secondo il matematico Jacques Bernoulli.

- 1732: Nostradamus profetizza la totale distruzione della razza umana.


Nostradamus


- 1757: fine del mondo secondo lo svedese Emanuel Swedenborg, convinzione maturata a seguito di un'esperienza mistica.

- 1761: William Bell sostenne, marzo di quell’anno, che il 5 Aprile si sarebbe verificato un violentissimo terremoto (il terzo di una serie) tale da provocare la fine del pianeta Terra.

- 1814: Joanna Southcott annuncia un evento che non è una vera e propria fine del mondo bensì una sorta parusia (nuova venuta del Messia): il suo spirito della verità le avrebbe rivelato che il 19 ottobre lei stessa, all’età di 64 anni, avrebbe dato alla luce Shiloh, il nuovo Messia.


- 3 aprile 1843: fine del mondo secondo William Miller, fondatore della Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno.

-
1881: Charles Piazzi Smyth stabilisce la fine del mondo nel corso di quest’anno. Questo astronomo, a seguito dei suoi studi, aveva scoperto che la Grande Galleria della piramide di Cheope a Giza era lunga 1881 pollici. Siccome riteneva che questo edificio fosse stato realizzato da Mosè su ispirazione divina, attribuì un elevato valore simbolico a questo numero e alla galleria che secondo lui era un calendario.


- maggio 1910: Al periodico passaggio della cometa di Halley (ogni 76 anni) questa volta un gruppo di astronomi si lascia andare ad interpretazioni molto catastrofiche, sostenendo che la coda della cometa avrebbe liberato massicce quantità di un velenoso gas cianogeno causando così un genocidio di massa.

- 1914: fine del mondo secondo C.T Russell.

- 1919: fine del mondo secondo il sismologo Alberto Porta. Egli previde che il 17 dicembre la congiunzione di sei pianeti avrebbe provocato una perturbazione magnetica di vastissima portata ovverosia l’apocalisse finale.

- 13 febbraio 1925: Margaret Rowan stabilisce la fine del mondo per la Mezzanotte di venerdì 13 Febbraio 1925, a seguito di una rivelazione diretta che sosteneva di aver ricevuto dall’Arcangelo Gabriele.

- 1945: fine del mondo secondo il reverendo Charles Long di Pasadena. Annunciò nel 1943 che il 21 settembre 1945 la terra si sarebbe vaporizzata e l'umanità si sarebbe trasformata in ectoplasma. I suoi seguaci smisero di mangiare, bere bere e dormire una settimana prima della presunta catastrofe.

- 1947: fine del mondo secondo il dentista John Ballou Newbrough; la sua Oahspe: una nuova bibbia, contenente questa ed altre rivelazioni, sarebbe stata redatta in scrittura automatica.

- 1960: fine del mondo secondo il pediatra Elio Bianco. Costui affermò che il mondo sarebbe finito il 14 luglio, distrutto da un'arma segreta americana. Per questo, con l'aiuto di 45 aiutanti, aveva costruito un'arca da 15 stanze direttamente sul Monte Bianco.





- 1980: fine del mondo secondo un antico presagio astrologico arabo.

- 1984: secondo William Kann, il 15 agosto del 1984 la città di Perth sarebbe stata inghiottita a causa dei peccati dei sodomiti, la città di Sydney sarebbe stata distrutta da terremoti e dalla bomba atomica, mentre la costa orientale dell'Australia sarebbe stata sommersa. Predizioni di apocalisse erano descritte minuziosamente anche nel libro "1984 L'Apocalypse?" di Pierre-Jean Moatti.

- 11-13 settembre 1988: secondo l'ex ingegnere della NASA Edgar Whisenant, Gesù sarebbe tornato sulla Terra tra l'11 e il 13 settembre del 1988. Disse: ”Solo se la Bibbia mente, posso sbagliarmi, è inequivocabile”.

- 1988: secondo Roger K. Blake, poiché Noè è morto nel 1988 a.C., nel 1988 d.C. il mondo sarebbe finito. Il 20 settembre.

- 1991: secondo un oscuro culto australiano, Gesù sarebbe dovuto arrivare in barca nel pomeriggio di Sidney il 31 marzo del 1991 alle ore 9 del mattino.

- 11 novembre 1993: secondo la rivista americana Weekly World News, la NASA sarebbe stata in possesso di un dossier segreto che annunciava l'impatto dell'asteroide m-167 con il nostro pianeta, e susseguente distruzione di quest'ultimo, l'11 novembre del 1993.

- 25 luglio 1994: il pastore John Hinkle avrebbe avuto la notizia da Dio stesso di una sua discesa in Terra per il 25 luglio del 1994, con lo scopo di estirpare ogni male.

- Settembre 1994: fine del mondo secondo Harold Camping. Egli giunse a questo risultato attraverso studi numerologici sulle Sacre Scritture. Dopo il fallimento previsionale (da lui attribuito ad errori di calcolo) riformula la previsione per il 21 maggio 2011, cadendo nuovamente in errore.

- 2000: Il millennium bug (Y2K bug) non fu una vera e propria profezia, ma un problema tecnico di natura informatica che avrebbe colpito tragicamente i grandi sistemi di elaborazione dei dati; a causa della rappresentazione sintetica della data da parte degli elaboratori elettronici (per es. '94' anziché '1994') che era diffusa soprattutto agli inizi dell'Era Informatica, allo scoccare dell'anno 2000 le macchine si sarebbero trovate in situazioni paradossali generando il collasso del sistema con pericolose ricadute anche per l'Uomo (si temeva per es. per i voli aerei). Qualcuno sostiene che il problema fu sopravvalutato ma vale la pena di sottolineare che sin dagli anni '80 ci furono ingenti sforzi e finanziamenti per prevenirne le conseguenze (un' anomalia analoga e tuttora irrisolta è il problema dell'anno 2038).

Millennium bug


- 2003: i seguaci della teoria del decimo pianeta (da alcuni identificato con Nibiru) hanno a più riprese sostenuto che esso si sarebbe scontrato con la Terra in questo anno.

- 2008: la distruzione del pianeta Terra sarebbe determinata da un buco nero che potrebbe generarsi da un momento all'altro nel più grande acceleratore lineare al mondo, il Large Hadron Collider (LHC) a Ginevra.


- 21 dicembre 2012: Fine del Mondo secondo un'interpretazione del calendario Maya. Inizia in questa data una nuova Era in base alla nostra comprensione del calendario da loro utilizzato. Ogni Era dura 5125 anni.

- 2240: anno ricorrente nell'escatologia ebraica, in quanto data limite per la comparsa del Messia (entro 6000 anni dalla creazione) e quindi per un Nuovo Inizio.
Questa sarebbe la data che, secondo alcuni, anche Nostradamus avrebbe indirettamente indicato: le sue profezie hanno validità fino al 3797, ma sottraendo 1557 (anno in cui avrebbero inizio gli eventi pronosticati nelle sue centurie) si ottiene 2240 che, come abbiamo detto, corrisponde al 6000 del calendario ebraico.
- 31 marzo 24123: Questa è la data che ho calcolato personalmente esplorando le configurazioni celesti di 65000 anni con un programma di meccanica celeste ad integrazione numerica. Non è una data affascinante come le altre perché è situata nel futuro remoto...ho svolto questa indagine per pura curiosità, disinteressato al sensazionalismo. Confesso comunque che non mi aspettavo di trovare quell' inquietante e rarissimo allineamento di Corpi Celesti.
Nell' articolo La vera fine del mondo ne parlo in dettaglio
Tutte le profezie sulla Fine dei Tempi sono destinate a fallire?
Stando all'escatologia cristiana sì, perché bisogna essere sempre preparati dal momento che non ci è consentito sapere il momento esatto.
Eppure c'è una 'predizione' sulla Fine Ultima che ha una buona probabilità di concretizzarsi...e questa volta è proprio la scienza a spalleggiarci ;)


- 5 miliardi di anni Dopo Cristo: Il Sole si trasforma in una gigante rossa, l'idrogeno sarà ormai stato convertito integralmente in elio e l'astro espanderà le sue dimensioni di 100 volte inglobando Mercurio e forse Venere...
E la Terra?
Non è noto se sarà fisicamente inglobata ma se qualche forma di vita sarà rimasta su di essa verrà spazzata via. Ma a quel tempo l'Uomo sarà approdato già da tempo su ben altri “lidi”... :D






Nessun commento:

Posta un commento